Hands holding piggy bank and  house model

Assicurazione casa scoppio e incendio: cos’è e come funziona?

Cosa risarcisce l’Assicurazione casa? Cosa non copre? Come funziona? Alla scoperta della figura del Perito di parte, un’arma in più per ottenere un risarcimento adeguato.

Si tratta dell’unica assicurazione che deve essere obbligatoriamente sottoscritta in fase di richiesta di mutuo per l’acquisto di un immobile: è l’Assicurazione casa scoppio ed incendio e consente di coprire gli eventuali danni causati da incendio, fumo e perdite di gas.

Ma scopriamo un po’ meglio cos’è e come funziona…

COSA COPRE L’ASSICURAZIONE CASA SCOPPIO E INCENDIO?

L’Assicurazione casa scoppio e incendio copre tutte le spese per la rimessa a nuovo di un immobile danneggiato da un incendio o da un’esplosione: questo vuol dire che tale assicurazione risarcisce l’assicurato sia per i danni allo stabile che per quelli relativi ai beni in esso contenuti, dagli impianti agli elettrodomestici, dal mobilio ai vestiti, dai preziosi agli oggetti personali.

QUANDO L’ASSICURAZIONE CASA E SCOPPIO NON COPRE I DANNI?

L’Assicurazione casa scoppio e incendio non copre i danni quando viene dimostrato che, da parte degli inquilini, ci sia stata una disattenzione tale da aver addirittura ‘favorito’ il sinistro, ma anche di fronte al mancato spegnimento di una sigaretta o a palesi difetti tecnici degli elettrodomestici, compresa, infine, la mancata manutenzione di caldaie ed impianti domestici.

IL RISARCIMENTO IN CASO DI SINISTRO

Il risarcimento danni è dovuto dall’assicurazione all’assicurato nel momento in cui avvenga un sinistro legato a scoppio o incendio e prevede una copertura totale dei danni subiti dall’immobile mediante l’erogazione di una somma pari al valore complessivo dei beni persi o danneggiati. Attenzione tuttavia alle clausole: alcuni Istituti bancari, infatti, stabiliscono dei massimali per il risarcimento dei danni, mentre altri non considerano il valore di costruzione dell’abitazione, ma quello commerciale.

LA PROCEDURA

In caso di un sinistro legato a scoppio o fuoco, l’assicurato dovrà contattare la propria assicurazione che si occuperà di valutare i danni: a quel punto il perito prenderà visione dei danni e farà la propria proposta di indennizzo. Dall’approvazione della pratica, entro 30 giorni l’assicurato verrà indennizzato, a meno che nel sinistro non siano stati riscontrati dolo o incuria.

CONSULENZA TECNICA DEL PERITO DI PARTE

L’Assicurazione scoppio e incendio non funziona come una normale RC Auto, nella quale sono le assicurazioni a contrattare tra di loro. Nel ramo delle assicurazioni domestiche, l’assicurato deve presentare il preventivo dei propri danni e richiedere autonomamente il rimborso. Una seconda via, la più pratica, è quella di affidarsi alla Consulenza tecnica di un perito di parte che, di fatto, si sostituisce all’assicurato e funge da mediatore tra lui e l’assicurazione.

PERCHÈ SERVIRSI DI UN PERITO DI PARTE?

Perché è un professionista di comprovata esperienza, sicuramente più esperto nel dialogare con le assicurazioni e nel compilare moduli e documenti altrimenti lunghi e complessi. E perché l’onorario della sua consulenza tecnica è contemplato all’interno della polizza.

COME FARE AD AFFIDARSI AD UN PERITO DI PARTE?

La soluzione più semplice e rapida è senza dubbio quella di affidarsi ad aziende specializzate nelle bonifiche post incendio che offrano un servizio completo chiavi in mano. Brendolan Emergency, oltre a fornire tutti i servizi legati alla pulizia ed al ripristino della propria abitazione, dispone infatti anche di un pool di eccellenti Periti di parte che renderanno tutte le procedure assicurative e burocratiche semplici da gestire ed efficaci nel risultato finale.

In questo modo non avrai nessun altro pensiero!

0 1516