Bunker

BONIFICA POST INCENDIO DI UN IMMOBILE AD USO BUNKER

Ecco come Brendolan Emergency interviene per effettuare un’accurata e professionale bonifica di un immobile danneggiato dalle fiamme e dal fumo di un incendio: dal sopralluogo al ripristino di impianti ed elementi strutturali, Brendolan Emergency fornisce un intervento ‘chiavi in mano’!

LAVAGNO, VERONA – La Bonifica, effettuata ad inizio anno, ha visto Brendolan Emergency intervenire in seguito ad un incendio divampato a fine 2016 a Lavagno, nell’est veronese, all’interno di un immobile privato destinato ad uso bunker e sviluppato su un unico livello, il piano interrato. Il fulcro dell’incendio era localizzato nel vano di ricarica delle batterie ed il fumo ha contaminato l’aria del locale e di quelli adiacenti, dove erano visibili incrostazioni di fuliggine sotto forma di ragnatele su pareti e soffitti.

Oltre ad un’importante contaminazione da fumo, aggravato dalla presenza di particolato depositato sia sulle pareti che su tutti gli arredi, l’immobile ha subito danni all’impianto elettrico, con compromissione delle batterie sottostanti, ai sanitari, alle piastrelle ed al soffitto. Per eliminare le sostanze contaminanti e l’ossidazione, ma anche per bloccare il ciclo di rigenerazione degli agenti ossidanti, è stato quindi necessario intervenire con una procedura di Bonifica completa.

INTERVENTO EFFETTUATO

Come da prassi, la prima attività posta in essere dalla Squadra di Brendolan Emergency è stata l’analisi sui campioni di rifiuto come da Decreto Ministeriale 247/09/2010 al fine di ottenerne l’attribuzione della classe di pericolosità e le indicazioni sulle modalità di smaltimento. A seguire si è provveduto all’accantieramento con la definizione dell’area di stoccaggio del materiale e delle attrezzature.

La fase successiva ha previsto la rimozione di quanto irreparabilmente danneggiato dalle fiamme e dalla fuliggine, seguita dallo smaltimento. Solo a questo punto si è potuta iniziare la prima fase della bonifica, che è avvenuta con aspiratori industriali, spazzole e pennelli: in questo modo si è provveduto ad eliminare i contaminanti a matrice polverulenta.

Dopo l’aspirazione è stata la volta della tecnologia ice blasting, ovvero della pulizia criogenica, effettuata mediante l’utilizzo di pellet di ghiaccio secco con una temperatura di -79°: il contatto tra i pellet e la superficie da bonificare crea uno shock termico che sbriciola le incrostazioni, anche all’interno delle crepe.

L’ultima fase dell’intervento ha visto Brendolan Emergency rivolgere la propria attenzione sugli arredi e sugli oggetti contenuti all’interno della struttura danneggiata dal fuoco mediante l’uso di panni e spugne chimiche, nonché alla tinteggiatura manuale dell’immobile mediante l’applicazione a rullo di pitture antifumo ed antimacchia ed il ripristino degli impianti compromessi dal sinistro, ma anche alla deodorizzazione enzimatica mediante ozono, in grado di provocare la degradazione naturale degli odori.

Hai subito un danno da incendio e non sai cosa fare? Contattaci all’800 038 460 e chiedici una consulenza completamente gratuita.

0 504