Levigatura parquet

LA LEVIGATURA DEL PARQUET AMMALORATO DALL’INCENDIO

La levigatura del parquet è una procedura di manutenzione straordinaria con la quale si rinnova l’aspetto estetico del rivestimento, eliminando gran parte delle imperfezioni dovute a un lungo periodo di usura o a seguito di incendio: ovvero quando la fuliggine di origine carboniosa è ormai penetrata all’interno, ossidando le fibre del legno.

Levigatura del parquet: cos’è e come si effettua

La levigatura del parquet è un intervento finalizzato a rimuovere le imperfezioni superficiali presenti sul rivestimento del pavimento in legno. Consiste nell’eliminazione di un sottile strato superficiale, in maniera da riportare la pavimentazione al suo splendore originario. Parte irrinunciabile del processo è la lamatura del parquet. Questa operazione prevede una prima scorticatura della superficie, volta a rimuovere la finitura della pavimentazione. Dopodiché bisogna procedere attraverso cinque fasi differenti.

Innanzitutto, è necessario effettuare la levigatura vera e propria, eseguita con nastro abrasivo a grana media e un apparecchi appositi. Poi bisogna stuccare e chiudere le fughe tra i listoni, riducendo al minimo le fessure. A seguire va carteggiata la superficie per pareggiare lo stucco precedentemente applicato. Infine si deve pulire il pavimento con macchine aspiratrici professionali e rifinire il rivestimento con vernici, cere e oli. Per levigare il parquet rovinato si utilizzano macchine specifiche, ovvero le levigatrici per parquet. Queste sono dotate di lame abrasive rotanti solitamente di forma circolare o rettangolare in diamante, corindone o carburo di silicio che, grazie a movimenti oscillatori e rotatori, eseguono un’abrasione uniforme della superficie. Ogni macchina possiede terminali intercambiabili che presentano grane di diverso spessore. Alcuni modelli sono dotati anche di spazzole per la lucidatura del parquet.

0 98