foto-del-giorno-07-05-2012_650x435

Come proteggersi dalle inondazioni? Ce lo spiega Brendolan Emergency

Barriere mobili o fisse per bloccare i flussi d’acqua provenienti dall’esterno, ma anche pompe di drenaggio ed un’attenta manutenzione: e se non bastasse? Niente paura, per tutto il resto c’è Brendolan Emergency.

Non sempre per trovarsi una stanza, o l’intera casa allagata, è necessario che sia interrata o al piano terra. Certo, cantine, garage, rimesse e taverne sono più soggette ad allagamenti dovuti a piogge intense o alla tracimazione di corsi d’acqua, anche se incidenti di questo genere possono essere causati anche da rotture, malfunzionamenti o scarsa manutenzione di tombini, scarichi e griglie per lo scolo dell’acqua.

Ma come provare ad arginare il pericolo di un fastidioso, dannoso e costoso allagamento?

Per prevenire allagamenti causati da flussi d’acqua provenienti dall’esterno la soluzione è l’installazione di paratie antiallagamento mobili, dotate di un sistema autobloccante a tenuta stagna: vanno collocate davanti a porte e finestre, vanno azionate manualmente e servono soprattutto per arginare l’acqua di nubifragi prolungati.

Di fronte a grosse alluvioni, magari causate dalla tracimazione di un corso d’acqua, invece, sono più indicate le barriere fisse che funzionano a batterie e si sollevano da sole anche in assenza di corrente elettrica.

Volete esagerare o abitate in zone particolarmente soggette a fenomeni di questo genere? Esistono in commercio anche delle funzionali pompe automatiche di drenaggio, in grado di aspirare l’acqua impedendole di superare le barriere ed entrare in casa.

Resta che la manutenzione dell’impianto idrico, come anche quella di tombini, tubature e grondaie è fondamentale per impedire che l’acqua penetri in casa “dall’interno”; altra accortezza sarebbe quella di costruire un sistema di deflusso esterno che forzi l’acqua a defluire lontano dall’edificio.

E se nonostante tutte queste difese l’acqua fosse comunque riuscita ad entrare causando danni e distruzione?

In quel caso sarà necessario rivolgersi ad una ditta specializzata come la Brendolan Emergency, che disporrà di aspiratori industriali, macchinari per l’ozonizzazione e la deodorizzazione enzimatica, della tecnologia ice blasting per la pulizia di muffe ed umidità e di tutte quelle competenze, e maestranze, atte a ripristinare l’edificio danneggiato riportandolo allo stato che aveva precedentemente all’inondazione.

0 689