fiamma

La manutenzione delle canne fumarie per scongiurare il rischio incendio

Gli incendi a camini e canne fumarie sono quasi all’ordine del giorno, durante l’inverno: a causarli, la cattiva manutenzione, ma, in alcuni casi, anche la loro inadeguatezza tecnica. Ma come comportarsi di fronte all’incendio del proprio camino o della canna fumaria? Lo abbiamo chiesto agli esperti di Brendolan Emergency, azienda specializzata nelle bonifiche post-incendio con tecnologia ice blasting.

Per prima cosa è molto importante che la pulizia dei camini e delle canne fumarie venga effettuata da personale qualificato e certificato in quanto la fuliggine è un ottimo combustibile che, a contatto con l’aria, può causare incendi. Ma il pericolo si annida anche nelle abitazioni nuove o recentemente ristrutturate, perché non di rado capita di trovarsi di fronte a camini con canne fumarie non correttamente isolate o a tubi in acciaio inox non sufficientemente coibentati ed isolati termicamente o, ancora, non adeguatamente lontani da elementi strutturali infiammabili.

GLI ERRORI ESECUTIVI NELLA REALIZZAZIONE DI UN CAMINO

Gli errori esecutivi nella realizzazione di un camino che possono portare allo scoppio di un incendio sono:

  • camino con Classe di temperatura inferiore alla temperatura nominale effettiva dei fumi (ad esempio camino con T 160, adatto per caldaie a gas, usato invece per stufa a legna, con temperatura dei fumi ben maggiore);
  • camino con presenza di materiali combustibili (travi di legno, assi, moquette, ecc.) a distanza inferiore a quella indicata sul codice del camino (ad esempio trave posta a 10 mm, quando il codice del camino prevede una distanza minima di 50 mm);
  • camino non “denominato” per incendio fuliggine, ossia non testato per tale evento, ed invece utilizzato per combustibile solido;
  • camino non montato correttamente e, quindi, con possibili punti caldi (temperatura superficiale esterna superiore rispetto a quella determinata nelle varie prove);
  • impianto termico e camino dimensionati in modo errato.

COME COMPORTARSI IN CASO DI INCENDIO DELLA CANNA FUMARIA O DEL CAMINO?

Ecco come comportarsi nel caso in cui ci si trovasse di fronte all’incendio di un camino o di una canna fumaria:

  1. Non gettare acqua dall’alto sul fuoco: il contatto con le pareti arroventate le farebbe crepare all’istante e la pressione del vapore le distruggerebbe.
  2. Bagnare la legna o il combustibile utilizzato solo con un po’ di acqua, di modo da bloccare la combustione in atto.
  3. Chiudere la valvola di tiraggio del camino.
  4. Allontanare dal camino tutti i mobili e gli arredi che potrebbero prender fuoco ed incrementare il rischio d’incendio.
1 732