Donnini

BONIFICA POST INCENDIO DI UN IMMOBILE AD USO RICOVERO ATTREZZI

Ecco come Brendolan Emergency è intervenuta, a Marano sul Panaro, in provincia di Modena, per ripristinare un magazzino per il ricovero di attrezzatura agricola che era stato pesantemente danneggiato da un incendio scoppiato nei pressi del portone d’ingresso.

MARANO SUL PANARO, MODENA – Contattato per un intervento di bonifica post incendio di un immobile ad uso ricovero attrezzi, Brendolan Emergency in fase di sopralluogo ha riscontrato che tutta l’area del magazzino, interessata dall’incendio, presentava diffuse cristallizzazioni di fumo su pareti e soffitti, oltre alla presenza di aria rarefatta e caratterizzata da un odore acre, tanto che è stato subito necessario consigliare l’uso di una mascherina facciale filtrante durante la permanenza all’interno dell’immobile.

Il vano magazzino, inoltre, presentava danni distruttivi prodotti dall’alta temperatura su pavimenti, muri, infissi, impianti, suppellettili, macchinari e prodotti agricoli, con principi di ossidazione in fase di sviluppo. È stata, infine, immediatamente rilevata la necessità di eliminare le sostanze ossidanti e contaminanti generati dal riscaldamento del PVC.

INTERVENTO EFFETTUATO

La prima fase dell’intervento effettuato dal nostro Team è stata l’analisi dei campioni di rifiuto finalizzata alla classificazione della pericolosità degli stessi ed all’individuazione della tipologia di smaltimento più appropriata. Successivamente la Squadra ha provveduto a smontare ed a rimuovere quanto irreparabilmente danneggiato dal sinistro, prima di provvedere alla bonifica vera e propria.

Si è quindi provveduto alla Bonifica mediante aspirazione delle superfici per mezzo di aspirapolveri industriali e con l’ausilio di spazzole e pennelli: in questa fase tutte le superfici da bonificare sono state anche trattate manualmente con panni e spugne bagnate imbevute di una sostanza neutralizzante.

La seconda fase della Bonifica ha visto Brendolan Emergency operare un’attenta e minuziosa Sabbiatura con ghiaccio secco: si tratta della tecnologia ice blasting, un metodo di pulizia efficiente, rapido ed ecologico nel quale dei pellet di ghiaccio secco vengono sparati sulla superficie da bonificare a 540km/h, provocando uno shock termico in grado di sbriciolare le incrostazioni.

Oltre alle tinteggiature, sia con pittura antifumo che antimacchia, ed alla finitura delle opere edili, compresa la pavimentazione, si è proceduto al ripristino degli impianti mediante aspirazione e rimozione del particolato di combustione, alla pulizia criogenica di quadri elettrici e tubature ed alla neutralizzazione chimica della fuliggine.

Si è dovuto, poi, provvedere alla decontaminazione di numerose apparecchiature elettriche ed elettroniche mediante spazzolatura, prodotti deossidanti ed essiccazione. L’ultima fase dell’intervento è, infine, consistito nella deodorizzazione enzimatica mediante ozono, una tecnologia in grado di permettere la degradazione naturale degli odori.

Chiedici un preventivo all’800 038 460!

0 613