Pulizia criogenica | Case study | Brendolan Emergency

È un fatto noto che la pulizia criogenica per la bonifica post incendio sia ancora un metodo poco diffuso nonostante le sue enormi potenzialità. Brendolan Emergency da anni ha scelto di utilizzare questa tecnologia perché offre numerosi vantaggi rispetto ai metodi tradizionali, vediamo quali.

 

Come funziona la pulizia criogenica?

La pulizia criogenica impiega anidride carbonica allo stato solido (elemento non abrasivo) che è in grado di prevenire qualsiasi danno alle superfici degli elementi. Ghiaccio secco sotto forma di pellet viene scagliato sulle superfici generando delle microesplosioni che sollevano i residui, lo sporco, gli agenti contaminanti e qualsiasi substrato che giace sotto questi elementi.
È un processo che richiede un breve tempo di preparazione e al contempo una significativa velocità di esecuzione. Usando nient’altro che la forza dei pellet ghiacciati e il raffreddamento termico, la gran parte dello sporco è rimosso dalle superfici in modo efficace e semplice. La pulizia criogenica può essere impiegata indifferentemente in abitazioni private o in ambienti industriali.

Perché la pulizia criogenica è più efficace dei metodi tradizionali?

La risposta è semplice: ha una resa migliore con meno cicli di pulizia e tempi di recupero notevolmente inferiori. Le superfici vengono pulite facilmente e velocemente. La pulizia criogenica è una pulizia a secco e non richiede l’utilizzo di acqua. È una tecnologia non infiammabile, non conduttiva e non rappresenta una minaccia per le componenti elettriche o gli oggetti coinvolti.

E i vantaggi non sono finiti qui:

  • l’equipaggiamento è facile da trasportare e utilizzare
  • è una tecnologia eco-friendly e rispetta l’ambiente
  • è anche operator-friendly perché richiede un minimo sforzo da parte dell’operatore e non lo espone ad agenti chimici dannosi

Per il fatto di essere ecologica, di non utilizzare agenti chimici e acqua è una tecnologia perfetta per praticamente qualsiasi tipo di settore industriale, commerciale e ovviamente anche per i contesti abitativi privati.

Caso studio: pulizia criogenica e spugna chimica a confronto

A dimostrazione della netta superiorità della pulizia criogenica vogliamo mostrarti questi due video esemplificativi che mostrano la pulizia post incendio di una parete rispettivamente mediante la tradizionale spugna chimica e la pulizia con ghiaccio secco.

 

Che cosa risulta evidente da questa dimostrazione? Sono molti gli elementi che possiamo riconoscere tra i vantaggi sopra elencati:

  • l’efficacia di questa tecnologia e della sua pulizia, un solo getto è in grado di rimuovere molti più residui di quanti ne riesca a rimuovere la spugna chimica
  • la velocità di esecuzione che riduce notevolmente il tempo di lavoro
  • la semplicità nell’utilizzo della tecnologia che comporta anche un sensibile risparmio di energie umane
  • la sicurezza per gli oggetti interessati, in questo caso la parete non viene minimamente intaccata dal getto di ghiaccio secco

La pulizia criogenica di Brendolan Emergency

Con un esempio pratico tratto dalla nostra quotidiana esperienza nel campo della bonifica post incendio abbiamo voluto dimostrare come la pulizia criogenica sia una metodologia incredibilmente sottovalutata. A ulteriore testimonianza della sua netta superiorità sulle tecniche tradizionali ti mostriamo un altro video realizzato in un’abitazione privata che in breve tempo viene ripulita negli ambienti esterni dai residui di un incendio.

 

Per qualsiasi domanda in merito alla pulizia criogenica contattaci compilando l’apposito modulo che trovi nella pagina dei contatti.

 

Vuoi saperne di più sui nostri servizi? Non esitare a contattarciIl nostro numero verde è 800038460.

Per leggere altre news clicca qui!

 

— Argomenti trattati

CONTATTACI

CONTATTACI

Pronto intervento 24/24h