PULIZIA CRIOGENICA POST INCENDIO

Pulizia criogenica post incenio

PULIZIA CRIOGENICA POST INCENDIO

Gli incendi, oltre a causare danni evidenti e devastanti, lasciano dietro di sé una scia di detriti e residui che richiedono un’approfondita bonifica. In tali situazioni, una delle tecniche che più utilizziamo durante una bonifica è la pulizia criogenica post incendio.

Questo tipo di pulizia si configura come una metodologia innovativa e altamente efficace, rappresentando una soluzione d’eccellenza e, al contempo, una svolta nel settore della pulizia industriale e della bonifica ambientale. L’approccio innovativo di tale processo si distingue per la sua rapidità, efficacia e per l’impatto ambientale minimo: vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Cos’è e come funziona la pulizia criogenica

La pulizia criogenica è una tecnica di pulizia avanzata che si avvale del ghiaccio secco, composto da piccoli pellets di anidride carbonica congelata a temperature estremamente basse (-79°C). Nel contesto post incendio, questa metodologia dimostra di essere una soluzione rapida, efficiente e soprattutto ecologica, rappresentando un’alternativa all’avanguardia rispetto alle tradizionali tecniche di pulizia. I piccoli pellets di ghiaccio secco, delle dimensioni di circa 3 millimetri, sono gli agenti principali di questo processo, contribuendo alla pulizia profonda delle superfici colpite da incendi.

Come funziona? Nello specifico, questo innovativo processo prevede l’utilizzo di una sabbiatrice criogenica, dove i pellets vengono accelerati a velocità straordinaria attraverso aria compressa, raggiungendo i 300 metri al secondo. Nel momento in cui essi impattano la superficie da bonificare, si genera uno shock termico che induce il distacco e la contrazione dello sporco presente. Ciò che rende unica la pulizia criogenica è il passaggio immediato dei pellets allo stato gassoso, tramite sublimazione, garantendo una pulizia profonda senza lasciare tracce di umidità.

Successivamente a questa procedura, non è necessario il conferimento di alcun materiale residuo: la pulizia criogenica è di per sé estremamente accurata. In aggiunta, è importante sottolineare che i pellets di anidride carbonica non causano abrasioni e non compromettono la qualità delle superfici trattate.

Da ciò ne consegue come questo approccio innovativo si configuri quale soluzione versatile e altamente specializzata, in grado di affrontare una vasta gamma di contaminanti e residui. Dall’eliminazione di fuliggine e residui carboniosi a superfici industriali alla pulizia di componenti elettrici sensibili, la pulizia criogenica si rivela un alleato prezioso in molteplici contesti, grazie ai suoi innumerevoli vantaggi: guarda queste foto di un intervento di pulizia criogenica effettuato in un magazzino.

Quali sono i vantaggi della pulizia criogenica post incendio?

I benefici derivanti dalla pulizia criogenica post-incendio sono molteplici. Al fine di rassicurare su eventuali preoccupazioni, esaminiamo ora nel dettaglio i principali vantaggi che contraddistinguono questa metodologia:

  • Delicata e non abrasiva: La pulizia criogenica post incendio si distingue per la sua delicatezza, essendo un processo non abrasivo. Ciò garantisce che tutte le superfici coinvolte durante l’intera procedura di bonifica mantengano la loro totale integrità, senza subire danni alcuni.
  • Continuità nella produzione: Un altro aspetto cruciale che evidenzia l’efficacia della pulizia criogenica è dato dalla possibilità di utilizzarla direttamente sugli impianti. Ciò significa che, a differenza di altre metodologie, non sono richiesti costosi fermi di produzione, assicurando una preziosa continuità operativa.
  • Eliminazione naturale dei residui: Dopo l’applicazione della pulizia criogenica, i pellets di anidride carbonica impiegati sublimano istantaneamente, trasformandosi nello stato gassoso. Per questo motivo, non è necessario affrontare alcun tipo di pulizia o smaltimento di materiali residui.
  • Pulizia senza umidità: Caratteristica distintiva di questa metodologia è la capacità di pulire ogni superficie, anche le più delicate come quadri di comando e componenti elettrici, senza lasciare alcuna traccia di umidità. Questo è reso possibile grazie alla natura intrinsecamente “asciutta” della pulizia criogenica post incendio.
  • Sostenibilità ambientale: Infine la pulizia criogenica post-incendio emerge come un metodo rispettoso dell’ambiente: adottando il ghiaccio secco si evita l’utilizzo di solventi o sostanze chimiche dannose, facendo una scelta ecologica che conferisce a questa tecnica un profilo di sostenibilità e contribuisce a preservare l’ecosistema.
  • In sintesi, la pulizia criogenica post incendio si erge come una soluzione completa e d’eccellenza, che combina efficacia, tempestività e comodità con un approccio rispettoso, a tutela e garanzia delle superfici trattate.

    Applicazioni della pulizia criogenica:

    I campi di applicazione della pulizia criogenica sono svariati:  dall’edilizia all’industria alimentare, dall’energia elettrica all’industria aerospaziale, dalle macchine da stampa alle macchine da caffè, dall’industria della gomma e della plastica, dalla produzione di carta fino all’ambito navale.

    Questa tecnologia, grazie alla sua precisione e al rispetto per le superfici trattate, si conferma come uno strumento indispensabile in contesti eterogenei, contribuendo al mantenimento di standard elevati in termini di pulizia, sicurezza e sostenibilità.

    Noi di Brendolan Emergency sfruttiamo con entusiasmo la pulizia criogenica post incendio, consapevoli delle sue potenzialità quale soluzione avanzata per ripristinare la normalità in situazioni di emergenza: la consigliamo sempre, in quanto è la miglior soluzione applicabile a situazioni di bonifica dopo i disastri provocati dal fuoco.

    Se hai bisogno di saperne di più o per emergenze il nostro numero verde è 800 038 460.

    Consulta inoltre le nostre FAQ

     

    FAQ – Pulizia criogenica post incendio

    A cosa serve la sabbiatrice?

    La sabbiatrice è uno strumento utilizzato per la pulizia e la preparazione di superfici attraverso l’impiego di materiali abrasivi, come la sabbia o simili, per rimuovere sporco, ruggine o vernice.

    Cos’è la sabbiatrice criogenica?

    La sabbiatrice criogenica è un’apparecchiatura specializzata per condurre la pulizia criogenica, un tipo pulizia avanzata a base di ghiaccio. A differenza delle sabbiatrici tradizionali, che impiegano sabbia o altri materiali abrasivi, la sabbiatrice criogenica utilizza il ghiaccio secco, ossia anidride carbonica allo stato solido, congelato a temperature estremamente basse. Questo processo avviene accelerando i piccoli pellets di ghiaccio secco attraverso una sabbiatrice criogenica, mediante l’uso di aria compressa.

    Cosa si usa per sabbiare?

    Per sabbiare si utilizzano materiali abrasivi come sabbia, graniglia di vetro o, in alternativa, ghiaccio secco per la sabbiatura criogenica.

    A cosa serve il ghiaccio secco?

    Il ghiaccio secco è utilizzato principalmente per la pulizia criogenica. Questo materiale solido di anidride carbonica, congelato a temperature molto basse, viene proiettato con forza sulla superficie da pulire per rimuovere contaminanti senza lasciare residui.

    A quanti gradi è congelato il ghiaccio secco?

    Il ghiaccio secco è congelato a una temperatura estremamente bassa di -79°C.

    Come funziona la pulizia a ghiaccio secco?

    La pulizia a ghiaccio secco coinvolge l’utilizzo di piccoli pellets di anidride carbonica congelata. Accelerati in una sabbiatrice criogenica mediante aria compressa, questi pellets impattano la superficie generando uno shock termico, che rimuove immediatamente lo sporco.

    Come funziona la pulizia criogenica?

    La pulizia criogenica è un’espressione alternativa per indicare la pulizia a ghiaccio secco. Come spiegato sopra, si tratta di un metodo avanzato di bonifica che utilizza ghiaccio secco, per rimuovere contaminanti da varie superfici. I pellets di anidride carbonica congelata vengono proiettati con forza sulla superficie, generando uno shock termico che va a staccare lo sporco da essa, senza danneggiare le superfici.

    Come funziona una sabbiatrice criogenica?

    Una sabbiatrice criogenica proietta con forza il ghiaccio secco sulla superficie da pulire, attraverso l’uso di aria compressa.

    Quanto costa il ghiaccio secco?

    I costi del ghiaccio secco possono variare in base alla quantità richiesta e alla regione di appartenenza. Per informazioni dettagliate, consigliamo di rivolgersi ad un fornitore locale di ghiaccio secco.

    Quanto costa una sabbiatrice criogenica?

    Il costo di una sabbiatrice criogenica dipende dal modello, dalle specifiche e dal produttore. Per dettagli sui prezzi della pulizia criogenica, richiedici un preventivo.

    Quanto costa una sabbiatrice a ghiaccio secco?

    Il costo di una sabbiatrice a ghiaccio secco può variare in base alle caratteristiche e al produttore: contattaci per saperne di più.

— Argomenti trattati

CONTATTACI

CONTATTACI

Pronto intervento 24/24h